Cinque Terre – Turismo 2013

Crescita nella vendita delle carte servizi alle Cinque Terre, aumenti superiori al 20% rispetto al 2012.

Il ponte del 25 aprile ha registrato una crescita del 29% ed il ponte del 1° maggio ha avuto un aumento di visite del 24%.

Questi numeri sono importanti se pensiamo che il meteo non ha aiutato.

In un periodo economico assolutamente precario questi risultati evidenziano come le Cinque Terre esercitano un fascino che le pone tra le mete preferite dai turisti italiani e stranieri.

In questo contesto c’è chi si lamenta del turismo di “massa”, dei turisti “mordi e fuggi” e vorrebbe un turismo più “consapevole”.

Ovviamente l’ottimo sarebbe

  • avere prenotazioni per almeno una settimana
  • avere tutta la stagione prenotata
  • avere turisti che invece di comprare una focaccia, pranzano al ristorante o in pizzeria

… però queste persone dovrebbero vivere alle Cinque Terre per rendersi conto che

  • i turisti sono molti e se andassero tutti al ristorante non basterebbero i posti
  • i piccoli negozi di alimentari ed i forni chiuderebbero
  • la “massa” che qualcuno non vuole parla delle Cinque Terre nel Mondo

Ogni turista ha diritto ad essere trattato come un ospite gradito, è necessario uno spirito di servizio che possa far trascorrere una vacanza indimenticabile ad ogni ospite, indipendentemente dal numero di notti che si ferma o da cosa sceglie di mangiare.

Conosco molte persone che si occupano di accoglienza alle Cinque Terre con lo spirito giusto, vorrebbero una stagione più lunga ed è proprio questo il punto su cui lavorare, eventi ed occasioni che rendano interessanti le Cinque Terre “fuori stagione” porterebbe maggiore lavoro e migliorerebbe l’economia del territorio.

Se non prendiamo atto del fatto che il turismo è cambiato e rimaniamo legati a stereotipi di diversi anni fa, della famiglia che prenota per una o due settimane o addirittura un mese,  non possiamo far crescere la qualità dell’accoglienza alle Cinque Terre e con essa l’economia di questo bellissimo territorio.

Le Cinque Terre rimangono una meta privilegiata per i turisti di tutto il mondo ed un posto dove italiani e stranieri scelgono di investire acquistando immobili proprio per l’appeal che questi paesi ed i loro borghi hanno da sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *